Last Day

lastnight7
Siamo stati noi a inventare gli ultimi giorni e le ultime notti.
Perché siamo più bravi ad amare ciò che sappiamo dovrà finire.

L’ultimo giorno per prenotare il racconto “Caffè istantaneo”

Il primo per confidarmi cosa ti piacerebbe vedere da queste parti e cosa stai facendo di nuovo con te stesso

Un giorno come un altro per raccontarti una storia

Se ci pensi hai investito un mucchio di tempo a convincerti di odiare ciò che sembra tutti odino. Ma chissà se anche loro ci hanno messo tutto quel tempo, lo hanno sprecato perché sembrava l’unica cosa possibile da fare, e ora anche loro si sono convinti di odiare quello che tutti dicono di odiare. Chissà chi ha cominciato con questo gioco insensato.

Last Night è un bel film perché è pieno di stereotipi che sembrano stereotipi ma in fondo sono un’altra cosa.

Perché in fondo ti piace essere un’artista annoiata che scrive pezzi banali mentre il suo libro rimane chiuso in una teca di luccicanti possibilità.

Perché, se in fondo una storia non è altro di pelle e pensieri che tremano finché stanno ancora imparando a conoscersi e poi si conoscono e si trovano noiosi, l’unica soluzione è dimenticarsi e rincontrarsi un giorno per caso e amarsi e non vedersi mai più.

Perché in fondo vivere le alternative è meno impegnativo di vivere le prime scelte. E vivere una vita come riserva non fa eccezione.

Perché ci tradiamo continuamente, il corpo è solo un mezzo come un altro.

Last Night è un bel film perché tutti fanno finta di detestare, e poi di non volere, e poi di non poter avere ciò che invece non detestano, vogliono e alla fine si prendono. In un modo o nell’altro.

Stanotte ho pensato che, bene o male, abbiamo tutti almeno qualcosa di superfluo nelle nostre vite. Qualche volta ci manca qualcosa di necessario ma questa è un’altra storia. Se Calamo deve essere una cura allora deve essere una cura a base di bello e meraviglia. 

Ci saranno dei cambiamenti. Non preparatevi. Godeteveli e basta.

Se non vivessimo nessuno dei 42 eventi stressanti di Holmes-Rage non saremmo più vivi già da un po’.

 

 

 

 

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...