I’m your private writer

i'm your private winter

Oggi entrerai dal post-di-servizio…

Questo è un post d’invito: i commentatori che hanno ricevuto il primo pezzo del puzzle e chi commenterà questo post riceveranno uno speciale “calendario” da scribacchini!

Annunci

38 pensieri su “I’m your private writer

  1. Daiiii! Già mi hai cambiato l’orario di calamo che ci divento matto, ma adesso ci crei la suspence! Io il calendario dello scribacchino non lo voglio perdere e tu stai facendo qualcosa di geniale: nessuno ha mai fatto un post d’invito.

  2. Il calendario da scribacchini mi piace (ma non alla feisbuc), diciamo m’attizza perché tu sei acchiapposa e hai un modo di scrivere che basterebbe per un romanzo, di quelli che non dicono nulla magari, ma lo dicono moooolto intrigantemente. Il calendario dello scribacchino dev’essere almeno di due specie: scribacchini che non hanno un ciufolo da fare, oltre a scrivere. E scribacchini che avrebbero bisogno di giornate di 48 ore. Ventiquattro per lavorare e altrettante per i propri sfoghi. Vedi che poi fa. 😉

    1. Aspetta, Franco Battaglia (secondo me, per quel poco che ho potuto capire del tuo temperamento, mai cognome fu più appropriato) qui ho bisogno di una tua consulenza: com’è un calendario alla feisbuc? Così se ho intrapreso quella strada cambio in corsa 😉

      Poi… Quando ho letto “acchiapposa” ho sorriso da sola per una mezz’ora buona. Mi piace essere definita così! Grazie!

      Ultimo, ma non ultimo, il tema calendario: allora dovrebbe essere… Double Face(non-book)?

  3. Ma per caso si tratta del calendario tipo quello dei gommisti con le donnine nude e in questo caso abbiamo le scrittrici? Era ora, anche gli scribacchini meritano un premio.
    Chiaramente le scrittrici per natura sono caste.
    Se posso suggerire a Gennaio potrebbe andare Grazia Deledda, a Febbraio Virginia Wolf e in primavera si potrebbe proseguire con la stilettata mensile delle sorelle Brontë. In estate poi…
    Va beh scherzo…
    Piacerebbe pure a me. 😉

      1. ahah
        meno male che hai messo il meno, altrimenti mi preoccupavo. Nessuno mi prende sul serio… e sono serio nel dirlo… 😉

      2. No, ma il mio problema è più grave. Tanti amici mi hanno sempre chiesto: vorrei fare il lavoro che fai tu. Che problema c’è. Perdevo un sacco di giorni nel spiegare nei dettagli come fare e poi… nemmeno tentavano.

      3. Certo è possibile, per me non ci sono problemi.

        I problemi sono altri. Tutti quando sentono la frase di Steve Jobs Think Different sono concordi. Ma se poi chiedi di pensare in maniera differente cascano dalle nuvole. In qualche modo è più rassicurante dire e fare quello che si pensa comunemente. Poi nel mio lavoro ci sono dei problemi strutturali. Se quando ho cominciato io il grado di difficoltà era 70, oggi è 90 o forse più. Riuscire non è facile. Questo perché le regole del seo sono molto più complicate rispetto ad alcuni anni fa. Per farcela occorre avere una visione di quello che si vuole ottenere e come ottenerlo. Per riuscirci occorrono delle competenze commerciali e tecniche. Occorre molto studio. Capire come e perché altri sono riusciti, quali strategie hanno adottato. In qualche modo è comprendere le regole del gioco.

        Io ad esempio penso che l’ostacolo maggiore nei miei amici sia stata la parola sacrificio. I primi due anni non ho guadagnato nulla ed ho lavorato anche per 12 ore al giorno. Ho costruito. Tutti si aspettano qualcosa di semplice, uno schiocco di dita e voilà. Il mondo non regala niente. Solo la lotteria, ma la probabilità di vincita è così remota che non vale la pena neppure di tentare.

        Poi il mio lavoro lo reputo vecchio per la mia visione. Credo e penso nel mio caso che sia possibile vivere di scrittura. È il mio sogno e la teoria economica c’è. Ma fino a quando non avrò sperimentarto non posso rispondere nulla a chi dice che è impossibile. Magari la mia è solo una congettura da Think Different. Chissà.

        Comunque per fare una chiaccherata con te o con un tuo amico su questo o su altro può farmi solo piacere.

        Comunque complimenti per le tue iniziative. Sei molto brava e hai dei talenti importanti. Soprattutto nella scrittura e nel coinvolgere gli altri. Hai un alto livello di Think Different. 😉

  4. So che non c’entra niente, però mì è venuta in mente. E’ una grandissima donna oltre che artista a tutta criniera posticcia, ma può permettersi tutto lei che il pudore* lo ha messo da parte con grande classe.
    E poi due note ogni tanto ci stanno bene.
    ;-D

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...