Ghostwriter, tua nonna è la tua miglior cliente

ghostwriter

Personaggi sul palco

nonna Ada
zio Ivano
zia Ursula
cugino Teo
sorella Ofelia

Tema dell’opera

AIUTO:

Adopera l’Inchiostro per aiutare Uno e Troverai Orde di bisognosi di inchiostro chiederti una mano.

La scrittura t’ha… Stufato?

Nonna Ada ha una credenza. No, non nel senso di “atteggiamento di chi riconosce per vera una proposizione” ma una credenza come mobile. Una credenza in cui sono ben posizionate le sue ricette di cucina accuratamente sistemate. Più o meno. Ha una ricetta su una crema buonissima che è scritta su un foglio macchiato dalla suddetta crema buonissima perché probabilmente il cucchiaio era un po’ tremolante come a volte lo sono i suoi racconti sui suoi piatti. Perché ogni ricetta ha una sua storia e le storie, spesso, meritano di essere raccontate anche quando chi ne è il detentore non sa come fare e ogni volta che tenta cade.

 

Quando presti la tua penna attento a non passare dalla padella alla brace

Se scrivere un articolo è come preparare un’infornata di biscotti e il web writer scrive meglio con la tecnica del gelato (e meglio al cubo se per scrivere usa il metodo del caffè) allora immagina quanti ingredienti e strumenti e ricette e maestria ci vogliono per prendere gli ingredienti di qualcuno e farne una delizia più buona perfino delle più rosee aspettative di quel qualcuno.

 

Sei ricco d’inchiostro? Spendilo. Per guadagnarci.

Zio Ivano a sette anni giocava col salvadanaio. Più si avvicinava il giorno della settimana in cui avrebbe ricevuto la paghetta più diventava impaziente. Teneva i conti delle sue piccole finanze attentamente e stava ben attento che le mani ingorde del fratello con cui divideva la stanza non si appropiassero dei risparmi nel salvadanaio blu. Ora che di anni ne ha 50 di più l’economia la insegna e tratta le sue finanze, ben meno piccole, sempre con attenzione e vorrebbe scriverci su un trattato, su questo mondo strano che è fatto di soldi ma in cui il saper come comportarsi non sempre può essere comprato.

 

Il talento (non) si può comprare?

C’è qualcosa che abbiamo tutti in comune: siamo tutti diversi“. Per questo abbiamo bisogno degli altri e gli altri hanno bisogno di noi e si creano le relazioni che a volte sono rapporti di lavoro e il lavoro è un modo per chiedere in prestito a qualcuno un’oncia del suo specifico talento per quel certo lasso di tempo.

 

L’arte della scrittura

Zia Ursula ha quel tipo di bellezza preraffaellita che sa di onestà e fili di rame tra i capelli. Per questo ti aspetti che da un momento all’altro la sua chioma parli e racconti a tutti la verità su tutto. Che poi l’arte la realtà la imita. O forse è il contrario. Zia Ursula queste cose le sa perché l’arte e la sua vita e sono anni che raccoglie materiale su un’artista per una monografia che inizia a temere non scriverà mai. Perché la matita, anche se ben temperata, sulla carta non le scivola bene come la tempera sulla tela.

 

Quando fai lo scrittore ombra sei un faro per chi scrivi

Quando scrivi pensi al tuo lettore, tanto che scrivi usando la prospettiva rovesciata come certe icone. Ma spesso bisogna passare e ripassare mani su mani affinché ciò che stai scrivendo calzi a pennello all’argomento su cui stai scrivendo, al pubblico a cui sarà diretto e al committente per cui stai scrivendo.

 

La manutenzione della penna

Mio cugino Teo che mette mani ovunque e le mani, quando le mette dove le mette (e dove, esattamente, ancora me lo deve spiegare) le sa mettere anche bene mentre un po’ meno bene le sa usare quando in mano c’è da tenere una penna. Ha letto mille volte (il titolo del) “lo zen e l’arte della manutenzione della bicicletta” e vorrebbe scrivere un manuale anche lui. Inutile dirgli che quello propriamente un manuale di meccanica non è.

 

Tutte le macchine hanno una cosa in comune…

Hanno bisogno di una fonte d’energia per funzionare. Per questo poco importa verso dove e in che modo solitamente ti piaccia guidare la tua penna: sai farla funzionare? Sei in grado di farla partire e farle macinare km di carta? Ti piace farlo così tanto da riuscire anche a prescindere da come ti viene chiesto di farlo? Allora non c’è abito che la tua penna non possa indossare, non c’è motore che non possa aggiustare. Passando agevolmente da un trattore a una limousine.

 

La scrittura, una volta as-saggiata, non può più essere abbandonata

Mia sorella Ofelia è sempre stata la più saggia della famiglia. Ha saggiato la sua intelligenza in tutti i modi possibili e quando ha capito che le differenze dei risultati in un campo e nell’altro erano microscopiche un microscopio ha deciso di imbracciarlo davvero. Sarà per questo che ora vorrebbe scrivere un saggio medico. Ma coltiva meglio i batteri delle parole.

 

La scrittura è come i batteri: va coltivata

Quando capisci che può far parte del tuo sogno anche allevare i cuccioli di sogni non tuoi allora il tuo inchiostro diventa acqua capace di superare i tuoi argini. Diventa la famosa goccia che forma gli oceani, che scava la pietra, che cambia il corso delle pale dei mulini. Diventa vita. La tua che scorrendo dà una direzione nuova anche a quella degli altri dando loro la spinta scrittoria che a loro mancava.

Advertisements

11 pensieri su “Ghostwriter, tua nonna è la tua miglior cliente

  1. L’ha ribloggato su girardihre ha commentato:
    Quando il ghostwritere è la tua più grande opportunità.
    Fa brand, ma tanto. Fa brand essere l’autore di un libro, ma quanti sanno scrivere adeguatamente? Hai le idee, i contenuti, l’esperienza. Insomma in fondo è del tuo lavoro che vuoi scrivere, e le tue capacità acquisite in anni, che vuoi trasmettere. Tu lo sai che c’è una vasta nicchia interessata e sai che da un buon libro, per quanto tecnico, puoi ricavare sia soddisfazioni finanzarie dirette, che pubblicità gratuita. Ma non sai scrivere, non abbastanza. Ecco che corre in tuo aiuto lo scrittore ombra, che con i tuoi contenuti e con il tuo stile, scrive per te, sotto forma di manuale o di romanzo, o come vuoi tu, e trasforma il tuo sapere in un prodotto spendibile sul mercato in modo rapido ed efficace. Complimenti a Monia che qui ce ne parla in dettaglio.

  2. Non mi è sempre facile scrivere post per altri, i clienti, perché spesso scrivo di cose che non m’interessano affatto.

    L’ultima frase è molto bella, da incorniciare.

    1. Ecco, un lusso nella scrittura credo sia proprio questo: poter scegliere cosa scrivere.
      Un lusso che credo proprio un imperatore come te debba il più possibile concedersi.

      Sono tanto contenta che quella frase ti abbia colpito tanto!

  3. La notte scorsa ho sognato che dovevo arrampicarmi su una parete orizzontale, ma non dalla parte superiore bensì da quella inferiore. Inoltre avevo il compito di consegnare inviti per un dj-set, a ragazzine infoiate che mi giravano intorno forsennatamente, insieme a T-shirt di colori e misure differenti. Dovevo quindi restare aggrappata con una mano e con i piedi e, con l’altra mano, scegliere misura e colore adatto ad ogni fanciulla, consegnare il malloppo per poter giungere all’ingresso del locale dove si svolgeva la manifestazione e presentarmi confermando di aver compiuto la missione.
    Se hai capito quale sconvolgente fatica mi sia stata imposta per farmi lavorare un po’, penso tu possa comprendere che cosa si debba fare dopo tanti anni di paziente fantasmaggio ormai sconfinato nella rassegnazione.
    Ma negli anni ’90 si guadagnava molto di più, ora solo briciole…quando capita di vedere passare una pagnotta (precotta, surgelata, mal lievitata).

  4. Beh, con gli occhi che ti hanno dato penso che tu non abbia bisogno di alcun orpello né invito, puoi entrare dove ti pare. Se poi scrivi o parli (provo a immaginare la tua voce) l’incantesimo è assicurato. :-*

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...